Scheda Biografica di Poli Paolo

Poli Paolo L’Intervista

Firenze – 23 maggio 1929

Stato civile:
Titolo di studio:
Professione: Attore
Attualmente:

Nato il 23 maggio 1929 a Firenze, Paolo Poli inizia a recitare nelle trasmissioni di Rai Firenze alla fine degli anni Quaranta. Qui, interpretando poesie, canzoni e prosa, conosce il suo maestro, Alfredo Bianchini. Dopo l’esperienza romana presso la Compagnia dell’Alberello, recita con successo alla Borsa di Arlecchino dal 1958 al 1960, dando il via a una multiforme carriera di attore, cantante, ballerino, poi anche autore e regista. Lasciata la saletta genovese, forma infatti compagnia (sarà sempre “capocomico” e direttore artistico delle proprie compagnie), debuttando al Teatro Gerolamo di Milano con Il Novellino.

Seguono altri spettacoli apprezzati dal pubblico e dalla critica, come Paolo Paoli di A. Adamov e Il candelaio di G. Bruno. Lavorando nel frattempo in televisione (recita in alcuni sceneggiati) e in radio, Poli si costruisce via via un repertorio di spettacoli su misura (collaborano alla scrittura Ida Omboni e la sorella Lucia; alle coreografie Claudia Lawrence): antologie di testi letterari e musicali o rielaborazioni in chiave antiretorica e demistificatrice di autori minori o d’avanguardia del Novecento. Tra i molti spettacoli messi in scena, ricordiamo: La nemica di D. Niccodemi, Rita da Cascia (lettura comica e irriverente della storia di Santa Rita, che diede vita a molte polemiche), l coturno e la ciabatta da Savinio, Caterina De MediciL’asino d’oro, I viaggi di Gulliver, Aldino mi cali un filino, Sillabari da Parise, Aquiloni da Pascoli. «Attore solista, occupa da sessant’anni una posizione di spicco nel panorama teatrale nazionale, per aver creato una formula unica e irripetibile, ancorata a una solidissima cultura letteraria, al pieno possesso di un alto artigianato teatrale e ad una rara intelligenza scenica, capace di trasformare in “teatrale”, o in “teatrabile”, la poesia e il mito, la letteratura e la storia, l’agiografia e la fiaba» (Megale, 2013).

Paolo Poli è morto a Roma il 25 marzo 2016.

  • Rodolfo Di Giammarco, Paolo Poli, Gremese, Roma, 1985
  • Teresa Megale, Paolo Poli, l’attore lieve. Un percorso a rebours da Sillabari a Rita da Cascia, Bergamo, Litostampa Istituto Grafico, 2009
  • Teresa Megale, Paolo Poli, in Archivio Multimediale degli Attori Italiani», Firenze, Firenze University Press, http://amati.fupress.net, 2013
  • Paolo Poli, Pannacci, Giovanni, Siamo tutte delle gran bugiarde, Roma, Perrone, 2014
  • Paolo Poli, Pino Strabioli, Sempre fiori mai un fioraio. Ricordi a tavola, Milano, Rizzoli, 2013