Scheda biografica di Mereghetti Elisa

Milano – 3 agosto 1957

Stato civile:
Titolo di studio:
Professione: Regista
Attualmente: Regista

Nata a Milano l’8 marzo 1959, inizia il suo percorso creativo studiando chitarra classica, jazz, brasiliana, negli anni del liceo Sperimentale di Roma. L’interesse per la musica la accompagnerà per lungo tempo, comprendendo anche lo studio del violino e del canto lirico.

Nel 1978 frequenta per un bimestre la scuola di jazz creativo – Creative Music Studio a Woodstock (New York), dove approfondisce lo studio della chitarra e dell’improvvisazione musicale, e la commistione tra linguaggio musicale, performance e testo.

Le esperienze teatrali iniziano in ambito scolastico e con una parte in un allestimento amatoriale di Piccola Città di Thornton Wilder. Nel 1979 si unisce al Teatro Viola, partecipando come attrice, autrice e musicista alla realizzazione dei principali spettacoli, delle animazioni per bambini, dei workshop in ambito terapeutico-psichiatrico. Partecipa agli spettacoli: Storia senza memoria (1979, ideazione e regia collettiva); Sirene -due facce della seduzione, (agosto 1980, ideazione); Shoe Show (1980, ideazione e regia collettiva). Dopo la tournée americana del Teatro Viola del 1981-82 con Shoe Show, sceglie di trasferirsi negli Stati Uniti. Continua a recitare e a suonare nel gruppo teatrale-musicale newyorkese “I Giullari di piazza”, con spettacoli tratti dalla Commedia dell’Arte, dalla tradizione musicale e dalla letteratura popolare del Sud Italia.

In contemporanea studia Psicodramma e Drammaterapia, con Hannah Weiner, allieva di Jacob Moreno, e Gertrud Schattner, del Dramatherapy Institute. Conduce seminari e cura la regia di varie pièce teatrali con gruppi di pazienti psichiatrici, ex-alcoolisti e tossicodipendenti in diverse strutture riabilitative.

Nel 1984 si laurea in Studi Interdisciplinari presso l’Empire State College di New York.

Dalla metà degli anni ’80 intraprende un nuovo percorso professionale in ambito televisivo e documentaristico. Fondatrice della casa di produzione Ethnos, ha prodotto e diretto oltre 40 documentari (il primo nel 1988) e diverse campagne di comunicazione sociale, focalizzandosi in particolare su storie di donne e su tematiche sociali, storiche, antropologiche, ambientali, della cooperazione e dei diritti umani.

Uno dei suoi ultimi lavori, co-diretto insieme a Marco Mensa, è il film documentario Uberto degli specchi, sull’opera del grande scenografo Uberto Bertacca, autore, tra l’altro, delle visionarie scenografie per l’Orlando furioso di Luca Ronconi.  Il documentario, nominato per i Globi d’Oro 2017, è stato trasmesso dalla RAI e in diversi Istituti Italiani di Cultura all’estero.

Elisa Mereghetti ha pubblicato articoli sul suo lavoro di documentarista e antropologa sulle riviste “Africa”, “Africa e Mediterraneo”, “Arancia Blu”, “Archeologia Viva”, “Videomagazine”, “Mediterranea”, “Raggio”, “Combonifem”, “Inchiesta”, “Onstage New York”, “Noi Donne”, “Ilaria”, “Mythos”, “Ciao Sicilia”, “Kalos”, “Geos”, “La Sicilia”, “Paese”, “Emiliodoc”. Inoltre Incontro con una donna guerriera, in Elvira Stefania Tiberini (a cura di) Black Inc., Centro d’informazione e Stampa Universitaria, 2007 e il silenzio, il gesto e la parola, in Saveria Capecchi (a cura di) La comunicazione al femminile, tra mito e rivendicazione in “Inchiesta” – Edizioni Dedalo, 2006  (Altre info al link: www.ethnosfilm.tv)

BIBLIOGRAFIA E SITOGRAFIA GENERALE SUL TEATRO VIOLA (in ordine cronologico):

  • Barbara Baracks, WOW Festival: Funky and Feminist, “Village Voice”, october 7-13, 1981, p. 93.
  • Jill Dolan, Teatro Viola’s Shoe-Show, “TDR, Theatre Drama Review”, vol. 26, autumn 1982, pp. 111-114.
  • Maia Giacobbe Borelli, Riattivare l’immaginario del teatro, “Alfabeta”, luglio 2017, al link https://www.alfabeta2.it/2017/07/15/speciale-la-memoria-del-teatro-1/
  • Barbara Ravarino, Un teatro femminista e nomade: storia del Teatro Viola (1978-1989), tesi di laurea (inedita), discussa all’Università di Parma nel luglio 2017, relatrice Roberta Gandolfi
  • Francesca Fava, Donne di teatro a Roma ai tempi della mobilitazione femminista (1965-1985), in Donatella Orecchia e Livia Cavaglieri (a cura di) Fonti orali e teatro. Memoria, storia, performance, Arti della performance n. 8, Alma DL, Bologna, 2018, pp. 146-157.
  • Maia Giacobbe Borelli, Attrici d’avanguardia e teatro femminista a Roma negli anni Settanta: nuovi luoghi e linguaggi, in Gurgul M., Surma-Gawlowska M., Megale T., a cura di, Donne del/nel teatro italiano: nodi storici, pratiche d’arte e di vita, n. monografico della rivista “Italica Wratislaviensia”, 2019, vol. 10, pp. 257-273.
  • Roberta Gandolfi, Teatro e danza su “effe” (1973-1982): la rivista come archivio del discorso femminista sulla corporeità, “ITINERA” n. 18,  2019, al link: https://riviste.unimi.it/index.php/itinera/issue/view/1468